Bilancio di fine anno: studenti e ricerca in crescita

Servizio comunicazione istituzionale

14 Dicembre 2020

Nell'anno accademico 2020-21 gli studenti crescono di 379 unità, raggiungendo quota 3350. Il 25% studia Architettura, il 30% Economia, il 27% Comunicazione, il 14% Informatica e il 4% Biomedicina. La ricerca competitiva sale a 26 milioni di CHF. Entrambi i dati sono i più alti nella storia dell'USI. 

Gli iscritti provengono per il 26.3% dal Ticino, per l'8% da altri cantoni, per il 49% dall’Italia e per il 17% da altri Paesi. L'Accademia di architettura conta 817 studenti, la Facoltà di scienze economiche 1017, la Facoltà di comunicazione, cultura e società 898, la Facoltà di scienze informatiche 478 e la Facoltà di scienze biomediche 140. Dei 3350 studenti immatricolati all'USI, 2923 sono in formazione di base (1411 studenti Bachelor e 1512 studenti Master); i dottorandi sono 342, mentre 85 studenti frequentano un programma di formazione continua (Master of Advanced Studies). 

Per ciò che concerne l'ottenimento di fondi di ricerca competitiva, il 2020 è stato un anno particolarmente proficuo per l'Università della Svizzera italiana. Per ricerca competitiva si intende la ricerca finanziata da fondi assegnati su base concorrenziale con altre università da parte dell’Unione europea, del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS), dell'Agenzia svizzera per la promozione dell'innovazione - Innosuisse (già CTI), della Conferenza svizzera delle scuole universitarie, di fondazioni competitive e di altri enti. Il totale ottenuto dall'USI nel 2020 è di 26 milioni di CHF, di cui circa 18.8 milioni di CHF dal FNS, 3.8 milioni di CHF dall'Unione europea e 2.5 milioni di CHF da Innosuisse e 700'000 CHF da altri enti.

Entrambi i dati - numero di studenti e fondi di ricerca competitiva - sono i più alti nella storia dell'USI.