edu-ID: la nuova identità digitale delle università svizzere

Servizio comunicazione istituzionale

26 Aprile 2021

A 15 anni dalla sua introduzione, l’identità digitale SWITCHaai – conosciuta presso l’USI come NetID e utilizzata per esempio per l’accesso alla piattaforma iCorsi – sta per essere sostituita da edu-ID. La differenza principale tra SWITCHaai e edu-ID sta nel fatto che la prima viene generata dalle singole università mentre che la seconda è un’identità permanente che viene creata dagli utenti stessi e può quindi accompagnarli durante il loro percorso di formazione – potenzialmente presso più università – ma anche successivamente al periodo degli studi.

L’identità digitale edu-ID è gestita per l’intera comunità accademica svizzera da SWITCH, la fondazione che fornisce servizi IT a tutte le università svizzere. SWITCH ha posto molta cura nella protezione dei dati personali: sono infatti gli utenti finali che controllano autonomamente il contenuto delle informazioni gestite da edu-ID e la portata della visibilità di queste informazioni per le varie organizzazioni che ne fanno uso.

L’identità digitale edu-ID è già in uso presso l’USI per l’accesso alla nuova piattaforma di gestione del catalogo e del prestito delle biblioteche USI e dal 13 luglio 2021 sostituirà NetID per l’accesso ai rimanenti servizi, in particolare alla piattaforma e-learning iCorsi (https://www.icorsi.ch/). Come spiega Massimiliano Florio, responsabile presso l’USI del progetto di transizione alla nuova identità: “tutti gli utenti informatici USI, dagli studenti ai docenti e ai ricercatori, possono da subito creare la propria identità digitale edu-ID e associarla alla propria attività all’USI”.

Non è necessario quindi attendere il 13 luglio per prepararsi al passaggio alla nuova generazione di identità digitale universitaria svizzera. Le informazioni per creare un nuovo edu-ID sono disponibili qui (https://4me.io/a2E9NTAwMDg) e il Servizio informatico è volentieri a disposizione per un’assistenza personale.