Il giornalista d'inchiesta Nello Scavo all'USI

Nello Scavo
Nello Scavo
Il set per la registrazione della conferenza allestito in Aula magna
Il set per la registrazione della conferenza allestito in Aula magna
La conferenza si è tenuta in occasione della Giornata internazionale dello scrittore in prigione
La conferenza si è tenuta in occasione della Giornata internazionale dello scrittore in prigione

Servizio comunicazione istituzionale

14 Dicembre 2020

In occasione della "Giornata internazionale dello scrittore in prigione” l'Istituto di comunicazione pubblica dell'USI, il Centro P.E.N. della Svizzera italiana e retoromancia e Reporter senza frontiere Svizzera propongono una conferenza online di Nello Scavo, giornalista di Avvenire sotto scorta per le sue inchieste che documentano quanto avviene sulle rotte dei migranti. 

Insignito di diversi importanti riconoscimenti, Nello Scavo è autore di molti scoop giornalistici sui respingimenti al largo delle coste europee e sui rapporti tra i governi (in particolar modo italiano e maltese) con la Guardia Costiera libica, come anche sulla presenza al suo interno di uomini legati al traffico di esseri umani. Nella sua analisi Scavo mette in evidenza la complicità degli Stati che finanziano questi "meccanismi perversi", documentati in numerosi rapporti dell'ONU, complice anche la paura che l'Europa ha dei flussi migratori. 

Nello Scavo è da anni in prima linea nel raccontare criminalità organizzata e terrorismo e da ottobre 2019 è sotto scorta a causa delle ripercussioni internazionali dell'inchiesta che ha svelato il negoziato tra autorità italiane e trafficanti di petrolio, armi ed esseri umani in Libia. Di questa inchiesta e di molto altro parla nella conferenza pubblicata oggi, lunedì 14 dicembre, in calce a questa pagina (in italiano con sottotitoli in inglese).

Il prof. della Facoltà di comunicazione, cultura e società Jean-Patrick Villeneuve, tra i promotori dell'iniziativa, sottolinea come "il lavoro di Nello Scavo mostra i costi umani e professionali, ma anche la fondamentale necessità, di affrontare la piaga degli abusi sui diritti umani anche qui in Europa".  Il Direttore dell'Istituto di comunicazione pubblica conclude affermando: "L'università ha un ruolo fondamentale nello studio degli abusi e della corruzione dei diritti umani, e collabora con associazioni come PEN e RSF, per sottolineare l'importanza e gli impatti di queste dinamiche sugli individui e sui nostri sistemi democratici".

In calce, oltre al video integrale della conferenza, è disponibile l'approfondimento andato in onda alla RSI e registrato il giorno della conferenza nell'Aula magna del campus di Lugano.

Nello Scavo ospite per la "Giornata dello scrittore in prigione" - Conferenza integrale
L'approfondimento della RSI