Eventi
30
Settembre
2024
30.
09.
2024
14
Ottobre
2024
14.
10.
2024
21
Ottobre
2024
21.
10.
2024
28
Ottobre
2024
28.
10.
2024
04
Novembre
2024
04.
11.
2024
11
Novembre
2024
11.
11.
2024

Quando la moda incontra l'impegno sociale

40091b197a274695ec0942d054e7b588.jpeg

Servizio comunicazione istituzionale

6 Febbraio 2020

La Fondazione Corriere della Sera, in collaborazione con il Master in Digital Fashion Communication dell’Università della Svizzera italiana e dell’Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne, organizza il 20 febbraio 2020 alle ore 18:00 a Milano, nel corso della settimana della moda, un incontro con Kulsum Shadab Wahab, filantropa e stilista indiana che si batte in difesa delle donne che hanno subito aggressioni con l’acido.

Favorire il dialogo su importanti questioni sociali e sul tema della non violenza tramite la moda: la Fondazione Corriere della Sera con l’Università della Svizzera italiana e la sua partner parigina colgono l’occasione della celebre settimana della moda per presentare il progetto Ara Lumiere istituito dalla Ngo Hothur Foundation sotto la guida della stilista indiana Kulsum Shadab Wahab, un esempio vincente di come la moda possa diventare strumento per dare voce a forti testimonianze. Le storie portate alla luce dal progetto sono infatti quelle di donne che hanno subito aggressioni con l’acido. La stilista ha riunito un gruppo di donne indiane sopravvissute a questo delitto per realizzare dei copricapo fatti a mano, dando l’opportunità a questo gruppo di designer tutto al femminile di dichiarare la propria battaglia e rialzarsi attraverso la creatività. Creare qualcosa di prezioso dalle condizioni più difficili è proprio il filo conduttore dell’iniziativa, che in questi copricapo vede un simbolo di bellezza e rinascita. I profitti tratti dalla vendita sono inoltre destinati interamente alla riabilitazione delle vittime delle aggressioni.

“Sono testimonianze importanti, che vogliamo portare non solo ai nostri studenti nel loro percorso di studio ma all’intera collettività: iniziative come questa mostrano infatti la dimensione etica nella quale la moda deve trovare il suo spazio. Mostrano inoltre come possa essere forte l’impatto di una comunicazione come quella della stilista Kulsum Shadab Wahab, che vede nel 'linguaggio della moda' lo strumento ideale per trasmettere messaggi compresi a livello globale” afferma il Prof. Lorenzo Cantoni, Direttore del Master in Digital Fashion Communication.

La stilista, a dialogo con la giornalista Luisa Pronzato, presenterà il progetto presso la Sala Buzzati della Fondazione Corriere della Sera. La serata, che inizierà alle ore 18:00, è aperta al pubblico previa iscrizione.